Castelloni S.Marco

Magnifico labirinto naturale (m 1830)

 

La prima volta che abbiamo visitato i Castelloni San Marco è stato il 13 agosto 1984 (un compleanno importante) ed ogni volta che siamo stati abbiamo scoperto sempre cose nuove. Dopo diversi anni siamo tornati e con grandissimo stupore abbiamo riscoperto questo misterioso luogo.

Grazie al lavoro del CAI che ha ridisegnato il percorso abbiamo apprezzato ulteriormente questo luogo.

Ma cosa sono i Castelloni San Marco? Perché andarci? Cosa c'è da vedere?

Sulla cima di questo monte la natura ha lavorato di scalpellino e l'uomo, nel periodo della prima guerra mondiale, ne ha migliorato alcune caratteristiche. Il tutto per visitare un "castello naturale", pieno di stanze a cielo aperto, di corridoi e di passaggi segreti. Forse è per questo che il posto si chiama "Castelloni"?

Castelloni di S.Marco - Stanze

Castelloni di S.Marco - Stanze

Castelloni di S.Marco - Corridoi

Castelloni di S.Marco - Corridoi

E poi la posizione è adatta ad un castello, la cima di un monte che domina la Valsugana, e controlla le vicine montagne di Ortigara e Caldiera, con un sentiero di accesso immerso nel bosco in alcuni tratti lastricato da un pavimento di roccia o lavorato dalle radici degli alberi.

Castelloni di S.Marco - particolari del sentiero

Castelloni di S.Marco - particolari del sentiero

Castelloni di S.Marco - particolari del sentiero

Castelloni di S.Marco - particolari del sentiero

Questa cima è tutta da scoprire e da vivere in prima persona, le foto, per quanto possano raccontare la nostra esperienza, non riusciranno mai a farvi "sentire" l'ambiente dove sono state scattate.


Il sentiero passa nei pressi di malga Fossetta e del suo Sacello, seguite le indicazioni per il Labirinto dei Castelloni di S.Marco

Castelloni di S.Marco - Malga Fossetta

Castelloni di S.Marco - Malga Fossetta

Castelloni di S.Marco - Sacello di Malga Fossetta

Castelloni di S.Marco - Sacello di Malga Fossetta

Castelloni di S.Marco - Sentiero

Castelloni di S.Marco - Sentiero

Castelloni di S.Marco - Bivio

Castelloni di S.Marco - Bivio

Il sentiero si fa impegnativo dopo circa un ora di cammino, la salita diventa più ripida e, se il sentiero è bagnato, molto scivoloso.

Altre foto del sentiero

Ma lo spettacolo che ci aspetta farà dimenticare lo sforzo

Seguendo il percorso del labirinto si può ammirare ciò che natura e uomo hanno costruito.

Castelloni di S.Marco - Ingresso

Castelloni di S.Marco - Ingresso

Castelloni di S.Marco - Stanzone

Castelloni di S.Marco - Stanzone

Castelloni di S.Marco - Particolari

Castelloni di S.Marco - Particolari

Castelloni di S.Marco - Stanzino

Castelloni di S.Marco - Stanzino

Castelloni di S.Marco - Corridoio

Castelloni di S.Marco - Corridoio

Castelloni di S.Marco - Corridoio

Castelloni di S.Marco - Corridoio

Castelloni di S.Marco - Passaggio

Castelloni di S.Marco - Passaggio

Castelloni di S.Marco - Passaggio segreto

Castelloni di S.Marco - Passaggio segreto

Castelloni di S.Marco - Corridoio coperto

Castelloni di S.Marco - Corridoio coperto

Castelloni di S.Marco - Scaletta

Castelloni di S.Marco - Scaletta

Castelloni di S.Marco - Scalone

Castelloni di S.Marco - Scalone

Castelloni di S.Marco - Passaggio

Castelloni di S.Marco - Passaggio

Altre foto delle stanze e corridoi

E alla fine piove

Castelloni di S.Marco - sentiero di ritorno

Castelloni di S.Marco - sentiero di ritorno

Altre foto della fine del percorso

Queste sono alcuni dettagli sulle rocce, veramente uniche

Castelloni di S.Marco - Particolari delle rocce

Castelloni di S.Marco - Particolari delle rocce

Castelloni di S.Marco - Particolari delle rocce

Castelloni di S.Marco - Particolari delle rocce

Altre foto delle rocce carsiche

E' possibile visitare anche punti non raggiunti dal sentiero del labirinto, noi siamo entrati nella cantina dei Castelloni. Anni fà esisteva una piccola ferrata che facilitava l'ingresso, adesso non c'è più forse per evitare che persone imprudenti vi accedano.

Perché una cantina? Beh, c'è la neve tutto l'anno

Castelloni di S.Marco - All

Castelloni di S.Marco - All'interno della montagna

Castelloni di S.Marco - All

Castelloni di S.Marco - All'interno della montagna

Castelloni di S.Marco - All

Castelloni di S.Marco - All'interno della montagna

E questo un gioco di luce sulla roccia, ingrandite l'immagine.

Castelloni di S.Marco - giochi di luce

Castelloni di S.Marco - giochi di luce

Altre foto della "cantina"

Sulla cima, ancora sculture di roccia e il magnifico panorama.

Castelloni di S.Marco - sulla cima

Castelloni di S.Marco - sulla cima

Castelloni di S.Marco - sulla cima

Castelloni di S.Marco - sulla cima

Castelloni di S.Marco - sulla cima

Castelloni di S.Marco - sulla cima

Castelloni di S.Marco - Malga Fossetta

Castelloni di S.Marco - Malga Fossetta

Castelloni di S.Marco - Cima Dodici, Ortigara, Caldiera

Castelloni di S.Marco - Cima Dodici, Ortigara, Caldiera

Altri panorami

L'inizio del labirinto e la piantina del CAI.

Castelloni di S.Marco - Ingresso al labirinto

Castelloni di S.Marco - Ingresso al labirinto

Castelloni di S.Marco - piantina del labirinto

Castelloni di S.Marco - piantina del labirinto

Percorso completo del labirinto


Come si raggiunge:

Da Gallio (Vi) in direzione di Enego, dopo circa 300 metri sulla sinistra troverete le indicazioni per Melette/Campomulo. Proseguite seguendo le indicazioni per Mandrielle/Ortigara. La strada diventerà a fondo naturale (bianca). Quando la strada tornerà ad essere asfaltata troverete sulla destra l'inizio del sentiero. E' possibile arrivare in auto fino a Malga Fossetta (la strada è ad un centinaio di metri sulla destra) ma il fondo stradale è molto sconnesso.

Il sentiero da seguire è il numero 845 del Club Alpino Italiano - Sezione di Asiago dei Sette Comune dove abbiamo trovato la piantina del labirinto e l'altimetria del percorso.

Castelloni San Marco - Altimetria

Castelloni San Marco - Altimetria


Mappe Interattive:

Castelloni S.Marco

SCHEDA PERCORSO
Zona:Altopiano dei 7 Comuni o di Asiago
Provincia / Comune:Vicenza / Asiago
Categoria:Montagne, Fortificazioni, Grotte e Voragini
Tipologia:Naturalistico, Paesaggistico, Panoramico
Periodo storico:Prima Guerra Mondiale
Coordinate punto di arrivo:46.006604 - 11.565425
(46°0'23" N - 11°33'55" E)
Coordinate parcheggio:45.990510 - 11.559410
(45°59'25" N - 11°33'33" E)
Altitudine di partenza (m):1666
Altitudine di arrivo (m):1830
Dislivello (m):300
Difficoltà del percorso:E - Escursionistico
Ore a piedi:
(andata e ritorno, esclusa visita)
3 ore
Km totali:6,5
Come si raggiunge:A piedi


Traccia GPS:


Altre Foto:

Castelloni di S.Marco - Marmotta di guardia al sentiero (vicino a Malga Fossetta)

Castelloni di S.Marco - Marmotta di guardia al sentiero (vicino a Malga Fossetta)

Castelloni di S.Marco - Animali al pascolo

Castelloni di S.Marco - Animali al pascolo

Castelloni di S.Marco - Flora

Castelloni di S.Marco - Flora

Castelloni di S.Marco - Flora

Castelloni di S.Marco - Flora


Data visita: 20/07/2008
Data pubblicazione: Aug. 25, 2008

Autore:

Altri itinerari nelle vicinanze

Busa del Cavallo - Campigoletti

Dal Piazzale Lozze un giro insolito su antiche strade militari
EE - Escursionisti Esperti - 5 ore
Inizio percorso a: 2.8 Km

Cima Caldiera

Complesso logistico della Grande Guerra a ridosso dell'Ortigara
E - Escursionistico - 2 ore 30 minuti
Inizio percorso a: 2.7 Km

Mina della Botte

Postazione di artiglieria austro-ungarica lungo la prima linea fino al 1917
E - Escursionistico - 2 ore 50 minuti
Inizio percorso a: 3.6 Km

Commenti

Cristian
Aug. 26, 2019
Visita 25 08 2019 sembra tutto ripristinato

A fine di Agosto sembra tutto ripristinato, abbiamo comunque fatto a ritroso e i cartelli si trovano, basta pensare che sono orientati da dove pensano passerai. Il cartello 7 é ripetuto due volte

Corrado
July 22, 2019
Visita del 20/07/2019

Avviso che il percorso è stato compromesso per la tempesta Vaia di ottobre 2018.
All'incrocio con il sentiero di ritorno si trova il cartello di divieto che preclude la via normale. Si può arrivare ai Castelloni solo facendo il percorso che normalmente è quello di ritorno.
Una volta arrivati in cima però, c'è il problema di capire come fare il percorso nel labirinto. Purtroppo le tabelle sono predisposte per essere viste solo facendo il percorso normale e quindi è facile sbagliare strada.
Alcuni escursionisti dicono che è possibile fare anche il percorso normale, trovando alcune deviazioni o addirittura scavalcando gli alberi abbattuti dalla tempesta.
Prudenza!
Corrado