Torre Borraco

Sistema difensivo costiero antisaraceno (m 12)

 

- Torre Borraco -

- Torre Borraco -

Lungo le coste della Puglia e della Calabria si ergono maestose, imponenti, molto spesso isolate ...
Sono le Torri d'avvistamento e difesa contro le incursioni pirate.

Torre Borraco - Vista da Nord-Ovest

Torre Borraco - Vista da Nord-Ovest

Torre Borraco - Vista da Sud

Torre Borraco - Vista da Sud

Quando nel 1400 le incursioni via mare per depredare i raccolti e le popolazioni si fecero più frequenti e feroci, venne disposta la costruzione di un sistema di difesa per fronteggiare il pericolo.

Il sistema verteva su torri costiere che coprivano l'intero tratto di costa interessata ed erano collegate a vista tra di loro.

Questo gli permetteva di comunicare tramite bandiere e fuochi e molto probabilmente con qualche mezzo acustico tipo il Corno.

La Torre Borraco comunicava a Est con la Torre di San Pietro in Bevagna e a Ovest con la Torre Moline a Campomarino di Maruggio. Inoltre godeva anche di un'ampia visibilità verso l'interno per comunicare ai villaggi dell'entroterra l'avvicinarsi dei pirati.

Torre Borraco - Vista verso Sud-Est

Torre Borraco - Vista verso Sud-Est

Torre Borraco - Verso Sud-Ovest

Torre Borraco - Verso Sud-Ovest

Torre Borraco - Verso Nord-Est

Torre Borraco - Verso Nord-Est

Torre Borraco - Verso Nord-Ovest

Torre Borraco - Verso Nord-Ovest





Di forma massiccia, a base quadrata, leggermente piramidale ha i muri costruiti con pietra locale sbozzata mentre gli angoli sono rinforzati con blocchi di Tufo, come tutta la merlatura e le caditoie.

Torre Borraco - da Nord

Torre Borraco - da Nord

Torre Borraco - da Sud

Torre Borraco - da Sud





Per la difesa é dotata, su ogni lato, di tre caditoie o piombatoie per la difesa piombante e di due archibugiere disposte alternativamente e simmetricamente. La torre é priva di beccatelli e la sporgenza delle caditoie é ottenuta inclinando la parte superiore della muratura verso l'esterno. La merlatura superiore si apre in corrispondenza delle caditoie, con queste caratteristiche la torre Borraco assume un aspetto armonioso e ordinato seppure minaccioso.

Torre Borraco - Qui é possibile notare le aperture delle archibugiere a lato della caditoia

Torre Borraco - Qui é possibile notare le aperture delle archibugiere a lato della caditoia

Torre Borraco - Caditoia

Torre Borraco - Caditoia

Un sunto delle difese della torre: Merlatura, Archibugiera e Caditoia

Un sunto delle difese della torre: Merlatura, Archibugiera e Caditoia





La porta d'accesso, come di consuetidune, é situata all'altezza del primo piano e si apre direttamente sulla facciata. Per raggiungerla la torre era dotata di una scala esterna in muratura separata dalla struttura ed era collegata alla porta da un piccolo ponte levatoio.

Torre Borraco - La nuova scala d

Torre Borraco - La nuova scala d'accesso

La passerella che sostituisce il ponte levatoio

La passerella che sostituisce il ponte levatoio

Torre Borraco - La passerella verso la porta d

Torre Borraco - La passerella verso la porta d'accesso

Il recente restauro ha fornito all'opera una scala d'accesso con un'insolita piega di 90, non é chiaro se é stata ricostruita sui resti dell'originale, peraltro mai riscontrata, o si tratti di libera interpretazione, ma se fosse ricostruita come in origine avrebbe sicuramente un effetto difensivo maggiore smorzando l'impeto degli aggressori.

Torre Borraco - l

Torre Borraco - l'angolo Sud-Ovest

Torre Borraco al tramonto

Torre Borraco al tramonto

La Torre Borraco non é aperta, per cui possiamo solo descrivervi la tipica disposizione interna della torri costiere che é molto semplice visti gli spazi ridotti, al piano terra solitamente abbiamo una cisterna per l'acqua, accessibile tramite una botola al centro della pavimentazione del piano superiore. Al primo piano una grande e unica stanza con il caminetto, una nicchia per la turca e una scala a chiocciola costruita all'interno della muratura per salire sul tetto.


Torre Borraco - Ante restauro

Torre Borraco - Ante restauro

Torre Borraco -  Ante restauro

Torre Borraco - Ante restauro

Immagini della torre prima del restauro




Vicino alla torre vi é una costruzione e più in lontananza una pajara una tipica costruzione rurale eseguita con pietre a secco.

Torre Borraco - Costruzione vicino alla torre

Torre Borraco - Costruzione vicino alla torre

Torre Borraco - Una Pajara

Torre Borraco - Una Pajara







La torre sorge su un basamento roccioso e nell'area a Nord della torre é possibile notare, a nostro avviso, numerosi resti di edifici molto antichi che sono stati intagliati nella roccia.

Torre Borraco - Questo potrebbe essere un mortaio ?

Torre Borraco - Questo potrebbe essere un mortaio ?

Torre Borraco - Rocce intagliate

Torre Borraco - Rocce intagliate

Gli intagli non sembrano seguire una metodologia da estrazione

Gli intagli non sembrano seguire una metodologia da estrazione

Ma piuttosto sembrano dare forma a basi di edifici

Ma piuttosto sembrano dare forma a basi di edifici

Torre Borraco - Altri intagli

Torre Borraco - Altri intagli


Storia:

Dai tabelloni trovati in loco

Varie torri punteggiano il suggestivo litorale della zona di Manduria: Torre Borraco, Torre San Pietro, Torre delle Saline e Torre Colimena. La presenza di strutture turrite lungo le coste si riallaccia ad una storia molto antica, profondamente legata al mare che da sempre circonda e protegge la Puglia, ma sovente infestato dalle scorrerie dei pirati. Nel '400, in seguito alle prime incursioni nemiche, la necessità di proteggere il litorale si fece stringente. Le torri pugliesi del viceregno sono piuttosto semplici dal punto di vista strutturale, massicce e compatte, quasi tutte aggiornate all'introduzione delle armi da fuoco. I bastioni cinquencenteschi dovettero infatti essere concepiti necessariamente più bassi e robusti rispetto alle fortificazioni rinascimentali, in modo tale da sopportare i colpi ed avere maggiore stabilità. Nel corpo superiore si aprono generalmente fori rotondi, le cosidette archibugiere, introdotti per il posizionamento delle armi da fuoco; le aperture sottostanti servivano invece per l'impiego dei pezzi d'artiglieria. Torre Borraco poggia direttamente sulla roccia, impostata su una struttura in pietrame misto, rinforzata agli spigoli da conci di tufo. Sono ancora visibili alcune caditoie, parte dei beccatelli e due archibugiere. Alla Torre si accede attraverso una serie di aperture posticce aperte in breccia sulla facciata settentrionale e nella cisterna. Dalle tracce sulle pareti si può desumere che la copertura, caduta probabilmente nella prima metà del '900, consisteva in una volta a botte costruita a strati e con l'uso di paratie secondo una consuetudine tipica del XVI secolo.

La torre prende il nome dal fiume Borraco che scorre a meno di 300 metri a da il nome anche alla zona circostante.




Collocazione geografica:

Siamo nel Salento in Puglia lungo quel tratto di costa della Manduria che si affaccia sul Mar Ionio, che da Campomarino di Maruggio arriva a San Pietro in Bevagna.


Come si raggiunge:

La torre Borraco si trova lungo la SP122, a 6 Km da Campomarino di Maruggio e a circa 3 Km da San Pietro In Bevagna e percorrendo la litoranea é impossibile non scorgerla data la sua mole.



Tempi di percorrenza:

La torre si trova in prossimità dell'incrocio tra la SP122 e la strada per Maruggio, quindi 5 minuti sono più che sufficienti per raggiungerla.


Mappe Interattive:

Torre Borraco

SCHEDA PERCORSO
Zona:Zona del Salento
Provincia / Comune:Taranto / Manduria
Categoria:Fortificazioni
Tipologia:Storico, Culturale
Coordinate punto di arrivo:40.304873 - 17.635340
(40°18'17" N - 17°38'7" E)
Coordinate parcheggio:40.305027 - 17.634534
(40°18'18" N - 17°38'4" E)
Altitudine di partenza (m):12
Altitudine di arrivo (m):12
Difficoltà del percorso:T - Turistico
Ore a piedi:
(andata e ritorno, esclusa visita)
10 minuti
Km totali:0,1
Come si raggiunge:A piedi


Data visita: 14/07/2015
Data pubblicazione: Aug. 2, 2015

Autore:

Commenti