Forte Luserna

Fortificazione Austro-Ungarica della Grande Guerra (m 1549)

 

Torna alla pagina precedente

Forte Luserna - trincee Millegrobbe

Forte Luserna - trincee Millegrobbe

Forte Luserna - trincee Millegrobbe

Forte Luserna - trincee Millegrobbe

Forte Luserna - trincee Millegrobbe

Forte Luserna - trincee Millegrobbe

Forte Luserna - trincee Millegrobbe

Forte Luserna - trincee Millegrobbe

Forte Luserna - trincee Millegrobbe

Forte Luserna - trincee Millegrobbe

P.S.: le foto sono state fatte con il cellulare, purtroppo avevamo terminato le batterie delle nostre macchine fotografiche.


Storia: (tratta dai tabelloni trovati in loco)

L'opera di ricostruzione non ha seguito il criterio filologico ma è animata da intenzioni didattiche. Queste sono confermate dall'adozione di una serie di sezioni tipo, ottenute dopo l'esame delle tipologie elaborate dal Genio Militare Austro-Ungarico. Le trincee di Millegrobbe si snodavano per centinaia di metri e si collegava a monte con Forte Luserna. Questa parte recuperata ricade volutamente su un area a pascolo, al fine di ricreare, per quanto possibile, la situazione a "campo aperto", indispensabile durante l'azione militare per il controllo del tiro. A seguito di quest'ultima considerazione viene ricordata al visitatore la situazione del territorio durante il periodo bellico. Attraversato da innumerevoli linee munite di avamposti, torrette, file di reticolati e pressoché sgombro da alberi, presentava un terreno smosso da migliaia di esplosioni, ancora visibili nel corrugamento della superficie. Il sistema dei forti austriaci realizzato all'inizio del novecento e progettato con estremo rigore tecnico subì modificazioni durante il conflitto. Le trincee, durante le pause fra i combattimenti erano riparate, mimetizzate nei punti rivelatisi vulnerabili durante la battagli. La durata della guerra e l'enorme onere finanziario favorirono l'uso intensivo di materiali poveri quali il legno e la pietra, motivati inoltre dal carattere d'urgenza.


Data visita: 02/06/2008
Data pubblicazione: July 13, 2008

Autore: